Cerca:

Archivio: Report

Riunione di ottobre: il report dettagliato

Pubblichiamo il report dettagliato della nostra riunione del 21 ottobre scorso. Queste sono le nostre linee guida per l’anno 2009-2010.

Le attività dell’anno scorso

Le attività sono state tutte generalmente apprezzate, anche se con diverse preferenze personali.

  • Laboratorio interno (quello denominato “per educatori”): c’è consenso sul fatto che la dizione “per educatori” e la formula della sola lettura siano limitative. Si concorda sul fatto che la formula vada cambiata perché giunta al termine del proprio ciclo vitale. Io ho spiegato che per me la funzione del laboratorio era quella di creare e mantenere un gruppo e che l’obiettivo, per quanto mi riguarda, è riuscito (e concluso).
  • Officina di Psichiatria: c’è un forte desiderio di una parte del gruppo di ripetere l’esperienza. È stata contestata la formula troppo “frontale” (ma ricordo che solo la seconda officina ha avuto questo assetto, in parte per le caratteristiche del tema – la psicoanalisi – che consentiva poco lavoro sui casi).
  • Serata sul sogno: Salvatore ha riferito le proprie impressioni; evento con margini di crescita, sostanzialmente un’esperienza positiva.
  • Partecipazione a BombaCarta (Officina di BombaCarta su Ratatouille): su questo ho segnalato la mia sensazione di fallimento. La serata di preparazione con visione del film è stata apprezzata più di quanto avessi avuto modo di percepire (dato da tener presente), ma non si è tradotta in un prodotto concreto. La questione del ponte che Jessica non manca di ricordare ha avuto sì il suo peso, ma devo sottolineare che lo ha avuto solo per noi (visto che la sala, il giorno dell’Officina, era piena – e che si trattava di un evento unico nell’anno).
  • Laboratorio di lettura interpretata: laboratorio condotto da Salvatore durante il convegno di BombaCarta a Reggio Calabria. Salvatore ha spiegato il funzionamento del laboratorio, su cui non mi dilungo.
  • Menzionate anche le altre attività: partecipazione con il laboratorio di lettura all’Eduraduno, relazione di Salvatore al convegno di Reggio.

La situazione

Ho spiegato la mia difficoltà degli ultimi mesi a far quadrare le cose fra me, Asterione e BombaCarta, associazione di cui siamo progressivamente diventati parte (prima gruppo indipendente federato, poi “gruppo tematico” ma sempre – nei fatti – distinto). Come ho anticipato in una mail, ho deciso di entrare più nel vivo dell’associazione assumendo la carica di Vicepresidente. Questo significa che il tempo a mia disposizione per le nostre attività si riduce drasticamente.
Leggi il resto »

Report della riunione del 21 ottobre 2009

Ieri come sapete si è tenuta la riunione di Asterione. È stata una riunione lunga e piena di cose, difficile da riassumere. Mi limito alle conclusioni più importanti:

  • Stiamo lavorando ad un riassetto interno piuttosto profondo. La mia minor disponibilità di tempo, la necessità di una crescita del gruppo, il proposito di una integrazione sempre più radicale con BombaCarta avranno conseguenze sulle nostre attività ancora da valutare.
  • Abbiamo un elenco piuttosto nutrito di proposte, ma le attività partiranno solo se si proporrà almeno un referente ufficiale.
  • Lavoriamo per una fusione entro l’anno con BombaCarta. In quest’ottica, l’unico impegno già stabilito è un laboratorio mensile di preparazione all’Officina di BC che coordineremo, come ogni anno, noi di Asterione.

Abbiamo deciso quindi di lavorare più intensamente sul gruppo e di rivolgerci ad un “pubblico” esterno solo in seconda battuta. Questo potrebbe ridurre o ritardare le attività di interesse generale.

Scopriremo nei prossimi mesi quale sarà la nostra evoluzione. Tutte le attività verranno comunque segnalate sul nostro sito.

Lab Educatori di gennaio 2009

11 presenti per il laboratorio di apertura del nuovo anno. Ecco i testi letti:

  • E. Hemingway, “Vecchio al ponte”
  • M. Barbery, “L’eleganza del riccio”
  • “Almanacchi regionali Bemporad per ragazzi – Il Lazio”
  • S. Kinsella, “Sai tenere un segreto”
  • P. Giordano, “La solitudine dei numeri primi”
  • H. Murakami, “La fine del mondo e il paese delle meraviglie”
  • P. K. Feyerabend, “Contro il metodo”
  • P. Asha, “I no che aiutano a crescere”
  • P. Zannoner, “A piedi nudi, a cuore aperto”

Prossimo appuntamento il 4 febbraio 2009.

Report della riunione del 15 ottobre 2008

Alla prima riunione dell’anno 2008-09 hanno partecipato undici persone (Anna, Fabio, Giulia, Irma, Maura, Ornella, Pier Paolo, Salvatore, Samanta, Veronica ed il sottoscritto). Si è discusso di molte cose, alcune delle quali vengono riportate di seguito; altre (i progetti meno maturi o sui quali bisogna ancora discutere) verranno invece riprese nella nostra lista di lavoro (“labirinti”). Chi volesse iscriversi a labirinti e partecipare alle discussioni, può contattarmi e farne richiesta.

Il punto sui laboratori: educatori ok, psicopatologia sospeso

È stato fatto un punto della situazione sul laboratorio per educatori. Abbiamo rilevato come nonostante le analogie formali fra i diversi laboratori, ogni applicazione ha le proprie caratteristiche e va inventato (e compreso) da zero. Abbiamo confermato che, nonostante il numero dei partecipanti molto elevato, è possibile permettere una maggiore permeabilità nell’accesso anche in previsione di un calo fisiologico con il passare del tempo. La modalità di accesso rimane quindi quella della prenotazione obbligatoria e dell’accesso controllato di nuovi elementi, secondo lo spazio disponibile (fino ad un massimo di due-tre nuovi accessi ogni mese). Nel complesso l’esperienza è stata valutata come molto positiva: il laboratorio per educatori rappresenterà il nostro primo investimento per l’anno in corso. Leggi il resto »