Cerca:

Archivio: Riflessioni

Il verbo essere e il tragico

Segnalo questo articolo di Maura Gancitano su BombaCarta (commenti chiusi, per commentare fate riferimento all’articolo originale).

Un testamento biologico

Segnalo questo bel post, privo di ideologia e sbavature retoriche, di Giulio Mozzi su Vibrisse bollettino.

Ho quarantott’anni e, sinceramente, spero di arrivare alla morte in condizioni decenti. Il dizionario di Tullio De Mauro, alla voce “decenza”, dice: “Convenienza, decoro, pudore rispetto alle esigenze etiche della collettività”. Quando penso alla decenza, invece, io penso alle “esigenze etiche” mie proprie. Quali siano queste mie “esigenze etiche”, io solo lo so: e non lo so ora per allora (un “allora” futuro), ma lo so in ciascun momento per quel momento. E’ possibile, peraltro, che io mi possa trovare, in un certo momento della mia vita, nell’incapacità di stabilire quali siano le mie “esigenze etiche” in quel preciso momento. [ » Prosegui la lettura ]